×

L’olio è amaro e pizzica? E’ olio buono, ecco perché!

Pubblicato: 8 Novembre 2019 Categoria: Alimentazione e Salute

Non tutti sanno che l’amaro e il piccante di un olio extra vergine di oliva è un pregio, infatti molti lo associano impropriamente ad un difetto. Scopriamo insieme perché l’olio extra vergine di oliva è amaro e piccante.

Perché l’olio d’oliva è amaro?

L’olio extravergine di oliva, soprattutto quando parliamo di olio nuovo, presenta al gusto dei pregi non da poco, ovvero è amaro e il piccante.
L’Amaro è dato dai composti fenolici, presenti all’interno dell’olio, che portano un elevato valore nutrizionale e permettono di conservarlo per diverso tempo. I composti fenolici sono appunto antiossidanti che proteggono l’olio anche dal processo di ossidazione (rancido). Ovviamente l’amaro è dato anche dal tipo di oliva che andiamo a utilizzare nel processo di molitura e dal suo grado di maturazione. Ricerche scientifiche affermano che le olive molite non mature al 100% danno un  prodotto di elevata qualità rispetto a quello prodotto negli anni addietro, quando l’olio veniva fin da subito abbastanza dolce (appunto perché le olive venivano molite con un alto grado di maturazione).

Dunque prima si raccolgono le olive, maggiore sarà il grado di amarezza dell’olio. Così facendo però, maggiore sarà anche la presenza di antiossidanti e proprietà benefiche nell’olio extravergine d’oliva.

Perché l’olio d’oliva è piccante (e può pizzicare)?

Oltre all’amaro, nell’olio extravergine di oliva c’è anche il piccante.
Il fatto che l’olio pizzica è un altro grande pregio che può essere apprezzato con l’utilizzo a crudo, come ad esempio su bruschette, verdure e zuppe. Anch’esso è dovuto al fatto che vi sia una massiccia presenza di Polifenoli presente nell’olio di oliva. Questi polifenoli hanno proprietà antiossidanti, antitumorali e proteggono da malattie cardiovascolari. Col passare del tempo il pizzicore tipico dell’olio extra-vergine si riduce, ma l’olio, specie se olio di qualità, manterrà sempre le sue ottime proprietà organolettiche nell’arco del tempo.

Dunque possiamo concludere che se un olio d’oliva pizzica ed è amaro, molto probabilmente è un olio extravergine di qualità.

Per saperne di più sulle qualità dell’olio o assaggiare dell’ottimo extravergine d’oliva campano, non ti resta che cliccare sul pulsante sottostante.