×

PERCHÈ L’OLIO DI OLIVA È AMARO E PICCANTE?

Pubblicato: 11 Maggio 2017 Categoria: Alimentazione e Salute

Non tutti sanno che l’amaro e il piccante di un olio extra vergine di oliva è un pregio, infatti molti lo associano ad un difetto. Scopriamo insieme perchè l’olio extra vergine di oliva è amaro e piccante.

Perché l’olio è amaro?

L’olio extravergine di oliva, soprattutto quando è “nuovo” presenta al gusto dei pregi: l’amaro e il piccante.
L’Amaro è dato dai composti fenolici, presenti all’interno dell’olio, che portano un elevato valore nutrizionale e permettono di conservarlo per diverso tempo. I composti fenolici sono appunto antiossidanti che proteggono l’olio anche dal processo di ossidazione (rancido). Ovviamente l’amaro è dato anche dal tipo di oliva che andiamo a utilizzare nel processo di molitura e dal suo grado di maturazione. Ricerche scientifiche affermano che le olive molite non mature al 100% danno un  prodotto di elevata qualità rispetto a quello prodotto negli anni addietro, quando l’olio veniva fin da subito abbastanza dolce (appunto perchè le olive venivano molite con un alto grado di maturazione).

Perché l’olio è piccante?

Oltre all’amaro, nell’olio extravergine di oliva c’è anche il piccante.
Il piccante è un altro pregio che può essere apprezzato con l’utilizzo a crudo, come ad esempio su bruschette, verdure e zuppe. Anch’esso è dovuto ad un’alta carica polifenolica presente nell’olio di oliva. Questi polifenoli hanno proprietà antiossidanti, antitumorali e proteggono da malattie cardiovascolari. Col passare del tempo il pizzicore riduce, ma l’olio manterrà sempre le sue ottime proprietà organolettiche.