Hai 0 prodotti nel carrello

Nessun prodotto nel carrello.

Friggere con Olio di Oliva, è Giusto o Sbagliato?

Friggere con Olio di Oliva, è Giusto o Sbagliato?
Pubblicato: 28 Settembre 2021 Categoria: Alimentazione e Salute

Per anni, friggere con l’olio di oliva è stata una pratica quasi demonizzata. A detta di molti, rendeva i cibi fritti più pesanti, più “inzuppati” e più difficili da digerire ma è davvero così? Quali sono effettivamente le caratteristiche dell’olio extravergine di oliva e cosa lo rende più o meno adatto alla frittura?

Nell’articolo che segue ti illustreremo quali sono i pro e i contro del friggere con l’olio d’oliva e troverai risposta a tutte le domande del caso. Continua a leggere!

Olio di oliva per friggere: fa bene o male?

Che “fritta è buona anche una ciabatta” lo sappiamo tutti ma perché una frittura sia fatta a regola d’arte bisogna rispettare delle regole e partire come sempre da ingredienti di buona qualità. Vediamo quindi quali sono le principali regole per friggere bene gli alimenti e soprattutto impariamo a scegliere l’olio giusto.

L’idea che la frittura ideale debba esser fatta con l’olio di semi di girasole nasce probabilmente dalla diffusione nel nostro Paese delle fritture stile orientale, le famigerate tempure, tanto apprezzate per la loro leggerezza. Proprio per questo negli ultimi anni l’uso degli oli di semi per le fritture casalinghe è diventato sempre più diffuso.

In realtà quello che in molti non sanno è che il migliore olio per friggere è l’olio extravergine d’oliva ed ora vi spieghiamo il perché mettendo a confronto le caratteristiche dell’olio evo con quelle dell’olio di semi di girasole (che è quello più utilizzato per le fritture).

3 Motivi per cui Dovresti Friggere con l’Olio di Oliva

Il fattore che più incide sulla qualità della frittura è la temperatura che l’olio riesce a sopportare e qual è il suo punto di fumo cioè quella temperatura in cui l’olio inizia a rilasciare una sostanza tossica e nociva per l’organismo detta acroleina.

  1. IL PUNTO DI FUMO È MOLTO PIÙ ELEVATO
    Il primo vantaggio di usare l’olio di oliva per friggere è dovuto al fatto che il punto di fumo dell’olio di oliva è intorno ai 210° C quindi più alto rispetto alla temperatura a cui di solito viene fatta la frittura che è di 180-190° C. Mentre il punto di fumo del tanto amato olio di semi di girasole è soli 130°C quindi questo olio si deteriora alla temperatura delle comuni friggitrici e questo perché è molto più ricco di omega-3 ed omega-6, grassi polinsaturi che si denaturano più facilmente.
  1. LA PRESENZA DEI POLIFENOLI
    Inoltre l’olio di oliva per friggere è migliore rispetto all’olio di semi di girasole perché è ricco di polifenoli che sono sostanze naturalmente antiossidanti capaci di contrastare l’azione dei radicali liberi che inevitabilmente le alte temperature della frittura rilasciano negli alimenti. 
  1. IL PROCESSO DI RAFFINAZIONE
    A questo poi va anche aggiunto che l’olio di semi di girasole viene raffinato attraverso processi chimici mentre l’olio extravergine di oliva è un prodotto naturale al 100% e specie se spremuto a freddo e ottenuto da coltivazioni biologiche abbiamo la garanzia di usare un ingrediente di altissima qualità. Come l’olio di semi di girasole anche tutti gli altri oli di semi vengono sottoposti a processi di raffinazione per renderli sempre più leggeri, inodore, incolore e quasi insapore ma ovviamente tutti questi processi determinano un’alterazione della struttura chimica che si ripercuote anche sulla resistenza alle alte temperature.
Padella con olio di oliva per friggere
Friggere con l’Olio di Oliva

Friggere con Olio d’Oliva: Consigli Pratici

Le pentole per la frittura in olio d’oliva dovrebbero, preferibilmente, essere non troppo larghe ma profonde per una migliore uniformità della temperatura. 

Se possibile munirsi di un termometro per controllare la temperatura dell’olio o, come facevano le nonne, fare la prova dello stuzzicadenti per vedere se l’olio sta friggendo.

Fondamentale è avere l’accortezza di sostituire l’olio quando inizia a scurirsi, diventa più viscoso, inizia a fare fumo oppure è troppo pieno di residui di cibo; meglio evitare i rabbocchi perché comunque l’olio esausto continua a sprigionare sostanze dannose.

Gli alimenti da friggere vanno tagliati più o meno tutti delle stesse dimensioni così da avere cotture uniformi, devono essere tutti asciutti per non aggiungere acqua all’olio ed evitare quei pericoli schizzi di olio bollente. Un altro consiglio è di non mettere troppi cibi contemporaneamente in pentola perché questo abbassa notevolmente la temperatura dell’olio e si corre il rischio che, fintanto che l’olio raggiunga di nuovo la temperatura giusta, gli alimenti si inzuppino e non siano più croccanti. Infine non aggiungere mai sale o spezie durante la frittura perché questo può alterare le caratteristiche dell’olio ma è preferibile condire gli alimenti solo dopo la cottura.

Affinché un olio non diventi dannoso per la nostra salute deve essere buttato via dopo ogni utilizzo e non come avviene in molti fast food in cui l’olio (tra l’altro di semi) viene usato e riusato per molte volte.

Usare l’olio extravergine per friggere potrebbe però, a prima vista, avere un contro e cioè il prezzo; è innegabile che il costo dell’olio extravergine di oliva sia più elevato dell’olio di semi ma di fronte ai benefici in termini di gusto e di benessere per l’organismo il prezzo non dovrebbe essere un limite specie perché la frittura non è un tipo di cottura che si utilizza tutti i giorni. 

Il nostro consiglio è quello di usare l’olio nuovo a crudo o per condire gli alimenti freschi e gustare il sapore intenso della nuova spremitura delle olive, mentre per le fritture è possibile usare anche l’olio extravergine di oliva dell’anno precedente. 

Se questo articolo ti è stato utile, faccelo sapere nei commenti e non dimenticare di dare uno sguardo al nostro shop. Il nostro olio extravergine d’oliva pluripremiato è pronto da spedire, assaggialo subito!

posted by:

Staff Contedoro




Leggi altri articoli di:

PROMOZIONE LIMITATA
OLIO NUOVO 2021

La Campagna Olearia 2021 è alle porte e in Contedoro, come ogni anno, ci stiamo preparando a dare vita al nostro pregiato Olio Extravergine d'Oliva.

Con questa promozione vogliamo dare la possibilità a tutti di avere alcuni vantaggi prenotando l'Olio Extravergine Contedoro con qualche settimana di anticipo.

Prenotando l'Olio Nuovo Avrai 3 Vantaggi:

1. Solo per te, prezzo bloccato a € 9.00/Lt

2. Spedizione GRATIS in tutta Italia

3. Uno speciale omaggio gastronomico a cura di Contedoro

*Promo valida su ordine minimo di 2 lattine

Offerta valida fino ad esaurimento scorte!