×

Olio Non Filtrato Oppure Filtrato? Guida alla Scelta

Pubblicato: 19 Ottobre 2020 Categoria: Alimentazione e Salute

L’olio Extravergine d’oliva per la maggior parte di noi Italiani è un ingrediente che in casa non può mai mancare. Siamo molto scrupolosi nel suo acquisto, perché sappiamo quanto sia fondamentale per la nostra dieta. Ci informiamo su quale possa essere quello migliore e siamo molto attenti nella lettura dell’etichetta.

Negli ultimi tempi però, un’abitudine dei produttori è quella di riportare in etichetta le diciture “Olio Extravergine d’oliva non filtrato” oppure “Olio Extravergine di oliva filtrato”.

Sicuramente vi sarete posti dei dubbi in merito, chiedendovi quale fossero le differenze. Andiamo a scoprirle insieme.

Olio Non Filtrato

Olio d’Oliva non Filtrato

L’olio non filtrato viene chiamato anche olio grezzo. Questo sta ad indicare il fatto che l’olio, al termine della produzione non subisce nessun processo di filtrazione e che quindi al suo interno sono presenti ancora piccole quantità di residui in sospensione come, acqua e particelle di olive. Queste ultime conferiscono all’olio il tipico aspetto torbido.

L’aspetto torbido non è sinonimo di scarsa qualità, anzi, a volte è una sicurezza per i consumatori, perché hanno la certezza che quell’olio è stato appena prodotto, dato che gli oli di oliva non filtrati decantano naturalmente. Ovvero, nel trascorrere dei mesi, le particelle solide tendono a depositarsi tutte verso il fondo del recipiente contente l’olio e quest’ultimo risulterà limpido. Però bisogna avere maggiore accortezza quando si preleva l’olio, perché movimenti troppo bruschi potrebbero smuovere dal fondo le particelle e rendere di nuovo parzialmente torbido l’olio. Pur essendo vero il fatto che gli oli non filtrati conservano maggiori quantità di polifenoli e hanno un profumo leggermente più intenso, c’è da dire che con il passare del tempo, l’olio può acquisire dei difetti sia nell’odore che nel sapore, come per esempio quello di rancido. Questo è dovuto a processi di ossidazione che avvengono a carico dei residui di acqua e particelle di oliva presenti negli oli non filtrati. Per questo motivo gli oli non filtrati non hanno un lungo periodo di conservazione. È preferibile consumarli entro i mesi più freschi, tra novembre e aprile per evitare che le temperature estive accelerino i processi degradativi e alterino completamente le caratteristiche chimico-fisiche ed organolettiche dell’olio. In sostanza un olio non filtrato può essere consumato massimo entro i 12 mesi dalla produzione.

Olio Filtrato

Olio Filtrato

L’olio filtrato è quell’olio che dopo il processo di produzione, viene sottoposto ad un ulteriore passaggio, ossia il filtraggio. Ciò avviene mediante filtri appositi che trattengono le particelle di acqua e di residui di olive, separandole dall’olio. In questo modo si ottiene un olio limpido e cristallino. È vero che filtrando l’olio perdiamo una piccola percentuale, quasi irrisoria, delle proprietà salutistiche, perché perdiamo una piccola parte dei polifenoli e altre sostanze presenti nei residui, però guadagniamo altri vantaggi. Un olio filtrato preserva più a lungo le sue caratteristiche di aroma e sapore e difficilmente va incontro a fenomeni di alterazione. In sostanza è un olio più stabile che si conserva meglio nel tempo. Può essere conservato fino a 18 mesi, alle dovute condizioni di luce e calore, e presenta un sapore più amaro e piccante, indice di qualità per un olio Extravergine d’Oliva.

Il Nostro Consiglio

Come avete potuto capire la differenza tra filtrato o non filtrato è veramente minima. La qualità di un olio non viene determinata da questo fattore, ma sono ben altri gli indici a cui fare riferimento, come per esempio la qualità delle materie prime e i metodi di produzione. La scelta di un olio filtrato o non filtrato, a nostro parere, è dettata dal proprio gusto personale e dalle proprie esigenze. Sicuramente un olio filtrato è da preferire perché più sicuro, stabile nel tempo e il suo colore chiaro e cristallino risalta come oro colato su bruschette croccanti o zuppe calde e gustose, ma nulla da togliere alla rusticità dell’olio extravergine d’oliva non filtrato.

posted by:

Caterina Stiscia


Sono una Digital e Social Media Marketer, oltre ad essere laureata in Scienze Gastronomiche. Il settore Food è la mia passione. La mia Mission è aiutare le PMI di questo settore ad ottimizzare il loro business e posizionamento online. La mia Vision è indirizzare le persone verso una scelta alimentare sicura, consapevole e di gusto